Quantcast

Mafia, poliziotto affiliato al clan Martorano-Stefanutti

Anche un agente della polizia penitenziaria, oggi in pensione, tra gli arrestati nell’operazione antimafia della Dda di Potenza

C’è anche un ex agente della Polizia penitenziaria tra le persone arrestate il 29 novembre nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale antimafia di Potenza che vede indagate 37 persone gravemente indiziate di appartenere all’associazione di tipo mafioso denominata “Martorano-Stefanutti”, operante sul territorio di Potenza e provincia, con estensione anche sul territorio di Matera.

Si tratta di Salvatore Santoro, già in servizio nel carcere di Potenza e poi trasferito a Cuneo dove era detenuto al 41 bis Renato Martorano. Secondo gli inquirenti Santoro svolgeva compiti fiduciari garantendo la consegna di messaggi e comunicazioni all’interno del circuito carcerario in favore di Martorano. Con il pensionamento, avvenuto nel 2018, Santoro sarebbe entrato a pieno titolo nel clan Martorano-Stefanutti assumendo funzioni esecutive.

Nell’ordinanza di misura cautelare l’ex agente della Penitenziaria viene descritto come “consapevolmente coinvolto nel traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, si è occupato di effettuare viaggi per l’approvvigionamento della droga in Calabria e ancora di riscuotere denaro dai diversi pusher gestiti sul territorio di Potenza dal sodalizio mafioso”.