Quantcast

Petrolio: il web doc “L’inganno” presentato a Potenza

Prodotto da ReCommon è realizzato da Mimmo Nardozza e Salvatore Laurenzana

Si intitola “L’inganno”, il web doc prodotto da ReCommon e realizzato da Mimmo Nardozza e Salvatore Laurenzana che verrà presentato a Potenza, il 1 dicembre, alle 17:30, nella sala convegni del Palazzo della Cultura in largo Pignatari.

“L’inganno- spiegano gli autori- è un prodotto editoriale che prova con una nuova forma narrativa a raccontare la vicenda petrolifera che ormai da oltre venti anni vede la Basilicata, in determinate sacche del suo territorio, quasi completamente destinata all’estrazione del greggio con le problematiche intrinseche ed annesse ad una produzione di natura industriale impattante come quella della filiera fossile.

Il lavoro è il frutto di una serie di interviste sul campo che toccano i quattro principali possibili scenari fin qui inquinati ed inquinabili dall’estrazione: l’acqua, l’aria, la terra e le menti. Le interviste sono accompagnate da numerose gallerie fotografiche dei territori interessati dalle estrazioni, da un robusto glossario ed una bibliositografia per ampliare, per chi ne avesse voglia, la conoscenza sulla materia. All’interno del web doc c’è anche un’animazione illustrata da Giulio Giordano che descrive l’intero processo estrattivo dal cuore del giacimento fino alla partenza dal centro olio verso la raffineria di Taranto.

La novità editoriale di questo lavoro è che sarà presente in rete ed avrà una fruizione assolutamente gratuita ad un indirizzo web dedicato solo al web doc. (https://inganno.recommon.org)

Alla presentazione sarà presente Luca Manes, giornalista di ReCommon con all’attivo numerose collaborazioni con testate nazionali ed internazionali che all’interno dell’Associazione ReCommon svolge anche il ruolo di Media relation e comunicazione. La mission di ReCommon è quella di un’associazione, con sede a Roma, che lotta contro gli abusi di potere e il saccheggio dei territori per creare spazi di trasformazione nella società, in Italia, in Europa e nel mondo credendo fermamente che le persone vengano prima del profitto, ma che invece è testimone di devastazione sociale, di continue violazioni di diritti umani e di disastri ambientali che sono frutto di una logica esattamente inversa.

Ad accompagnare Luca Manes in questa presentazione ci saranno gli autori, Mimmo Nardozza e Salvatore Laurenzana, freelance lucani che da molti anni si occupano della spinosa questione petrolifera con il progetto Mal d’Agri che ha dato alla luce nel 2012 il primo documentario dal titolo “Mal d’Agri” e nel 2018 il secondo documentario dal titolo “Mal d’Agri 2019” ed è proprio questo secondo lavoro che diede inizio alla fruttuosa collaborazione con l’associazione ReCommon.