Quantcast

Studenti lucani: i giovani vogliono prendere parte al cambiamento

Venerdì 19 novembre la Rete degli Studenti Medi di Basilicata scende in piazza a Potenza per la mobilitazione studentesca nazionale “Ripartiamo da Zero”

Venerdì 19 novembre la Rete degli Studenti Medi di Basilicata scende in piazza a Potenza per la mobilitazione studentesca nazionale “Ripartiamo da Zero” insieme ad altre organizzazioni studentesche, quali Unione degli Studenti e i rappresentanti d’istituto, e associazioni attive sul territorio lucano.

“Ci troviamo in un momento cruciale in cui a tutti gli italiani tocca risollevare il Paese dopo la crisi pandemica, e i giovani vogliono prendere parte al cambiamento.- spiegano in una nota- Tocca alla politica inserire i ragazzi nella discussione del futuro dell’Italia, ed è la richiesta su cui verte tutta la mobilitazione.

I giovani sono pronti a ripartire da zero, a svecchiare il Paese e a prendere le redini del futuro che li aspetta. Dopo aver assistito al crollo di valore delle istituzioni durante la pandemia, gli studenti hanno intenzione di portare il loro contributo e di offrire la loro massima collaborazione per ricostruire l’Italia, partendo dalla scuola.

Infatti solo con una rivoluzione del sistema scolastico italiano è possibile educare dei ragazzi che sappiano essere partecipi nella democrazia, consapevoli dei propri diritti e delle battaglie che portano avanti, ma soprattutto che siano in grado di essere parte attiva del futuro che ha già tardato ad arrivare.

È il momento di rendere la scuola un posto sicuro e libero,-concludono gli studenti- che permetta la crescita e lo sviluppo del singolo studente prima che della comunità intera, che sappia adeguarsi alle richieste di un nuovo mercato del lavoro e di una società aperta e globalizzata. Tutto questo è possibile solo grazie al dialogo che le istituzioni e la politica dovranno aprire con ogni studente che deciderà di unirsi al cambiamento, a partire dalla mobilitazione nazionale nella giornata del 19.