Quantcast

118 Basilicata, Uil Fpl: “Siglato accordo storico”

Consentirà all’Asp di estendere al personale del comparto dell’emergenza territoriale l'indennità per particolari condizioni di lavoro

La Uil Fpl in una nota commenta l’accoro siglato per il 118 Basilicata.

“Dopo un serrato confronto, è stata scritta una pagina storica per il “118” Basilicata, a seguito dell’accordo che consentirà all’Asp di estendere al personale del comparto dell’emergenza territoriale, dopo oltre 17 anni di attesa, la tanto agognata indennità per particolari condizioni di lavoro, ai sensi dell’art. 86, comma 6, lettera b del CCNL. Come noto, in questi anni, la scrivente è stata l’unica che ha portato avanti con decisione questa vertenza facendosi promotrice di numerose iniziative di protesta, tanto da finire in un’aula di tribunale a seguito di una querela fatta a due dirigenti della UIL.

Come Uil Fpl abbiamo preteso e proposto, prima di tutti, che l’ indennità menzionata spetti non solo all’infermiere stabilmente adibito ai servizi prestati nelle terapie intensive, sub-intensive e nelle sale operatorie, ma anche all’infermiere che presti servizio in qualsiasi reparto o divisione specialistica di un Presidio Ospedaliero e/o Territoriale (118) e sia stato chiamato a svolgere attività di terapia intensiva o subintensiva, verso pazienti con codice giallo o rosso che necessitano di tali interventi, prima dell’invio ad altri reparti.

Nonostante tutto la Uil Fpl si dichiara in parte soddisfatta per il traguardo raggiunto, in quanto, per ragioni contrattuali, l’accordo consente di dare il giusto riconoscimento professionale ed economico soltanto ad alcuni lavoratori che operano con passione e serietà nel comparto dell’emergenza/urgenza, essendo l’indennità estendibile solo al personale sanitario e non al personale del ruolo tecnico/autista. Per sanare questo gap ci stiamo battendo a livello nazionale (anche grazie ad una causa pilota in corso) affinché la figura dell’autista soccorritore e la relativa collocazione nel ruolo socio-sanitario (così come avvenuto per l’OSS) venga riconosciuta dal Contratto.

L’accordo siglato il 21 dicembre scorso è il frutto di un serrato confronto: se è stata raggiunta questa importante intesa è grazie al senso di responsabilità delle Organizzazioni sindacali firmatarie e del Dipartimento alla Salute della Regione Basilicata, rappresentando non un punto di arrivo, ma di partenza. L’entrata in vigore di questo accordo, al quale dovrà seguire una contrattazione aziendale in ASP, ci consentirà di avviare un percorso significativo di valorizzazione delle professionalità che lavorano nel settore dell’emergenza territoriale, di offrire migliori condizioni agli operatori e di tracciare un percorso per mettere al centro anche gli autisti, fine ultimo della nostra azione. La UIL FPL lavorato nel solco dell’intesa siglata il 21 dicembre 2021, convinta che valorizzare chi opera in prima linea significhi impegnarsi per garantire una sanità di qualità.