Quantcast

Consiglio regionale: Mozione impianto rifiuti pericolosi San Sago, sì all’unanimità

Sollecitato l’impegno della Giunta regionale “a richiedere agli uffici competenti, nel rispetto dell’autonomia dell’azione amministrativa, un approfondimento dell’istruttoria al fine di pervenire in autotutela alla revoca della VIncA”

Approvata all’unanimità la mozione proposta dai consiglieri Cifarelli e Pittella (Pd), Perrino, Carlucci e Leggieri (M5s), Polese e Braia (Iv) e sottoscritta in Aula da tutti i gruppi consiliari di maggioranza relativa all’impianto di eliminazione rifiuti pericolosi e non sito in località San Sago del Comune di Tortora (CS).

Con il documento sollecitato l’impegno della Giunta regionale “a richiedere agli uffici competenti, nel rispetto dell’autonomia dell’azione amministrativa, un approfondimento dell’istruttoria al fine di meglio verificare tutti gli aspetti ambientali affinché vengano opportunamente valutati e, previa sospensione dell’efficacia della Valutazione di Incidenza (VIncA), pervenire in autotutela alla revoca dell’atto in questione”.

Chiesto, altresì, l’impegno della Giunta regionale “A coinvolgere, attraverso i Sindaci e le Associazioni di cittadini, le comunità locali interessate al fine di condividere tutte le iniziative utili a chiarire i termini di una vicenda che genera preoccupazione e tensioni sociali e ad avviare un’azione di interlocuzione amministrativa con la Regione Calabria, ente titolato a rilasciare l’autorizzazione di riapertura, per impedire la realizzazione di tale malaugurato disegno”.