Quantcast

Contestarono militanti Forza Nuova, giovani in tribunale: “L’antifascismo non è reato”

Solidarietà dal segretario di Art. Uno Basilicata alle ragazze e ai ragazzi imputati

“L’antifascismo non è reato. Alle ragazze e ai ragazzi che tre anni fa, a Potenza, hanno contestato i militanti di Forza Nuova e che oggi dovranno rispondere di quella contestazione da imputati va la nostra solidarietà.” Lo ha dichiarato Carlo Rutigliano, segretario regionale di Articolo Uno Basilicata. “L’assalto squadrista alla sede della Cgil di ottobre – prosegue Rutigliano – ha dimostrato oltre ogni dubbio come Forza Nuova sia la punta avanzata di un nucleo di un rigurgito neofascista che rappresenta un pericolo per la libera convivenza e la nostra stessa democrazia.

Articolo Uno è impegnato in ogni sede affinché organizzazioni come Forza Nuova, che si dichiarano apertamente neofasciste, vengano dichiarate fuori legge. Siamo stati tra i promotori della mozione approvata alla Camera dei Deputati il ventuno ottobre scorso per chiederne lo scioglimento, e siamo accanto all’ANPI nella richiesta, fatta al al Governo, di un decreto che dia seguito a quella mozione e all’ordine del giorno speculare approvato dal Senato.

La speranza – conclude il segretario – è che la giustizia faccia il suo corso, che sia fatta chiarezza sulla vicenda, e che l’antifascismo, come principio a base del patto costituzionale, trovi la sua piena applicazione”.