Quantcast

Il professor Murphy e la Basilicata: il danno giustifica il mezzo

"Più grosso è il finanziamento, meno tempo ci vuole a fare lo sbaglio"

Ho incontrato il professor Murphy al quale ho chiesto un parere sulle condizioni attuali della Basilicata. Mi spiega che molto dipende dalle leggi che hanno ispirato i decisori pubblici. Gli chiedo se c’è un legame tra i proclami, la propaganda e la situazione reale dell’economia e della società lucane. Il professore riferisce che qui siamo dinanzi alla prima legge di Scott: qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l’aria di andare benissimo. Non è escluso – aggiunge – che si tratti del placebo di Peter: Un grammo di immagine vale più d’un chilo di fatti.

Sono interessato a capire la ragione per cui i giovani continuano ad emigrare e i paesi continuano a spopolarsi, si tratta di politiche sbagliate? Il professore, sorridente, mi spiega che in questo caso i decisori si sono ispirati alla quarta legge di Finagle: una volta che si è pasticciato qualcosa, qualsiasi intervento teso a migliorare la situazione non farà altro che peggiorarla.

Ma professore, si tratta di soldi pubblici spesi male! Lui ride, apre un libro e mi fa leggere qualcosa che spiega tutto. Riguarda il teorema del dottor Satanassi: Il danno giustifica il mezzo. Chiedo un suo parere sul Piano Strategico regionale, il professore, lapidario, mi dice che in questo caso la Regione ha applicato la legge di Jenkinson: non funzionerà. Il Piano strategico è stato presentato con due anni di ritardo, le sembra normale? Potrebbe essere normale se si applicasse la legge di Edward: Se non ci fosse l’ultimo momento, non si riuscirebbe a far niente.

Mi si apre la mente. Allora approfitto della disponibilità e chiedo che cosa mi sa dire sul servizio sanitario regionale. In questo caso specifico, chiarisce il professore, è stata applicata la legge di Gresham, le questioni futili vengono immediatamente risolte, quelle importanti mai. E del Pnrr in Basilicata che mi dice professore? Qui siamo in piena legge di Young, più grosso è il finanziamento, meno tempo ci vuole a fare lo sbaglio.

Ma questa maggioranza di centro destra che sostiene la Giunta Bardi resisterà? Il professore è lapidario, qui si applica la legge di Simon: Qualsiasi aggregato prima o poi cade a pezzi.

Ci salutiamo, mi capita tra le mani un giornale, guardo la foto di un importante politico lucano che sorride. Penso. Sono dinanzi alla conferma della legge di Jones: Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa.