Quantcast

Matera, una guida turistica a misura di bambini foto

Realizzata dal Comune con il progetto "divertimappa"

Il Comune di Matera realizza una guida turistica della città a misura di bambini grazie al progetto “divertimappa”. Storia locale, misteri e leggende, paesaggi e sentieri, animali e piante tipiche del territorio, tutto in un linguaggio adatto ai bambini e realizzato anche col contributo diretto dei bambini, è il progetto divertimappe che sta realizzando il Comune di Matera con un’agenzia vincitrice del bando eventi “Destinazione Matera”. Si tratta di un opuscolo turistico illustrato tutto dedicato ai bambini e alle bambine.

Questa mattina le assessore Tiziana D’Oppido e Valeria Piscopiello hanno distribuito ai bambini un quaderno di lavoro che permetterà loro di essere al centro della realizzazione di questa guida turistica di Matera per bambini, una “divertimappa” occasione utile per gli alunni di imparare a conoscere Matera divertendosi e nel contempo di proporre le loro idee sui siti storici e turistici e sull’accessibilità vista dai loro occhi.

“Grande adesione dai docenti e molto entusiasmo dagli studenti – riferisce l’assessore alla cultura Tiziana D’Oppido – ci aspettiamo tante belle proposte!” L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Assessorato al Turismo (in capo al Sindaco) e alle Politiche sociali/Scuola del Comune di Matera la cui delega è affidata a Valeria Piscopiello con la collaborazione dell’ufficio turismo del Comune di Matera e di Media Books l’agenzia che ha vinto il bando.

“Con questa iniziativa – ha spiegato il sindaco Bennardi – intendiamo allargare la proposta turistica già presente sul sito MateraWelcome.it arrivando ad un target ben preciso, quello dei bambini e delle loro famiglie, infatti il Comune rimarrà titolare dei diritti di riproduzione della guida che sarà offerta agli operatori turistici e fruibile sul sito istituzionale turistico MateraWelcome.it. Il progetto ci offre anche l’occasione per coinvolgere i giovani studenti e farli crescere la consapevolezza, divertendosi relativamente alle bellezze culturali e turistiche della città di Matera”.

Più informazioni su