Quantcast

Pd, solidaretà all’Anpi Basilicata

Il coordinatore dell'Associazione partigiani di Basilicata querelato per essersi battuto per evitare che l’aula consiliare del Comune di Barile (PZ) venisse intitolata ad Andrea D’Andrea

Il Partito Democratico di Basilicata – congiuntamente con le federazioni provinciali ed i circoli delle città capoluogo – esprime massima solidarietà a Michele Petraroia, coordinatore dell’ANPI di Basilicata, querelato per essersi giustamente battuto per evitare che l’aula consiliare del Comune di Barile (PZ) venisse intitolata ad Andrea D’Andrea.

Il D’Andrea, come emerge dal rapporto della Legione Carabinieri Reali di Catanzaro- Gruppo di Potenza- del 23/04/1946 Prot. N°38/69-1/1936. R.1- – n°359/XVII del 13/03/1946 inviato alla Regia Prefettura di Potenza- a firma del Capitano Pietro Cacciola, durante il regime fascista ricoprì la carica di caposquadra della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale con le funzioni di istruttore militare e comandante della Gioventù italiana del littorio.

La condivisione e la vicinanza in questa battaglia – spiega il segretario del Pd, La Regina, è totale, in quanto volta a salvaguardare la memoria storica e la legalità costituzionale e repubblicana che verrebbe altresì lesa gravemente.

Considerando che le istituzioni repubblicane sono per definizione antifasciste, si auspica che venga fatta chiarezza su questa vicenda in occasione dell’udienza del 13 gennaio 2022 presso il Tribunale di Potenza.

Più informazioni su