Quantcast

Rapina in banca nel Potentino, arrestati due pugliesi

Il colpo fu messo a segno nel 2014 ad Atella

Più informazioni su

Nella mattina odierna, all’esito di indagini coordinate da questa Procura della Repubblica e condotte dai Carabinieri della Stazione di Atella (Potenza), è stata data esecuzione alla misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Potenza che ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di due uomini, di 21 e 47 anni, entrambi residenti a Cerignola, in ordine all’ipotesi di reato di concorso in rapina aggravata.

Le indagini erano state avviate a seguito di una rapina perpetrata, nel giugno del 2014, ai danni della filiale di Atella della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, nel corso della quale gli autori, armati di taglierino e col volto coperto da una calzamaglia, dopo aver fatto irruzione, minacciato e strattonato il cassiere, avevano trafugato dai cassetti banconote per un valore complessivo di 13.480,00 euro, per poi darsi alla fuga a bordo di una Lancia Lybra SW. Sul posto, una volta dato l’allarme, erano intervenuti i Carabinieri della locale Stazione che, acquisite le prime informazioni avevano diramato le ricerche e successivamente, rinvenuta abbandonata l’autovettura, sottoposta poi a sequestro. A seguito dei rilievi sul veicolo, risultato oggetto di furto, erano effettuati accertamenti tecnici, dal R.I.S. (Reparto Investigazioni Scientifiche) Carabinieri di Roma, dai quali risultavano gravi indizi nei confronti dei due uomini.

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Melfi  nelle Case Circondariali di Paola e Trani dove i due uomini si trovavano già detenuti per altri episodi delittuosi.

Più informazioni su