Quantcast

Detenzione e spaccio di cocaina, arrestati tre fratelli in provincia di Potenza

I carabinieri li avevano fermati mentre erano a bordo di un'auto: il loro nervosismo ha fatto scattare la perquisizione

Tre fratelli di Acerenza, di età compresa tra i 35 ed i 39 anni, sono stati arrestati, il 29 dicembre scorso, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I tre sono stati fermati, nel pomeriggio, dai Carabinieri che stavano effettuando un posto di controllo lungo la SP10, nel territorio del comune di Cancellara, mentre viaggiavano a bordo di un’utilitaria, noleggiata da uno di loro.

L’atteggiamento e il nervosismo dei tre fratelli durante le procedure di verifica hanno destato l’attenzione dei militari, che, all’esito di ulteriori approfondimenti, hanno effettuato una perquisizione personale e veicolare che ha consentito di rinvenire 25 involucri in cellophane contenenti cocaina nel vano porta oggetti della Fiat Grande Punto e altri 37 grammi della stessa sostanza occultati in prossimità della leva del cambio. Cospicua la somma di denaro contante trovata in possesso di uno dei fratelli, che ammonta a 8.200 euro, in banconote di vario taglio.

Immediato è scattato l’arresto in flagranza di reato dei tre per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”. Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i successivi adempimenti di legge.

Il risultato operativo conseguito si colloca nell’ambito di un’efficace e mirata azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Potenza e condotta dai reparti dipendenti, di modo da intercettare e perseguire possibili canali di approvvigionamento e distribuzione, strategia questa che nel corso dell’anno appena passato ha permesso di conseguire rilevanti e positivi esiti nell’intera provincia.