Quantcast

Morto il senatore Romualdo Coviello

Si è spento all’età di 81 anni la scorsa notte nella sua casa di Roma. Il cordoglio di Bardi

E’ morto la scorsa notte, nella sua casa di Roma, Romualdo Coviello, già senatore e docente universitario.

Nato ad Avigliano nel 1940, laurea in Economia e Commercio con specializzazione in Economia dello sviluppo regionale, Romualdo Coviello è stato professore di Economia e Politica Agraria all’Università della Basilicata  e responsabile del Consiglio Nazionale per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura.

Per lunghi anni ha svolto attività di ricerca nel campo dell’economia agraria presso l’Università di Bari e della Basilicata, per poi passare all’attività politica, come Consigliere regionale, Presidente del Consiglio Regionale e Assessore regionale all’Agricoltura e programmazione economica della Regione Basilicata.

È stato inoltre Vice responsabile del Comitato nazionale per lo sviluppo agricolo e professore di economia e politica agraria all’Università di Bari.

Eletto Senatore ininterrottamente dalla IX alla XIV legislatura, è stato anche Segretario della Commissione per gli interventi nel Mezzogiorno, vice Presidente della Commissione lavoro e sicurezza sociale, Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione economica del Senato e della commissione Affari Europei. vice presidente del Gruppo Italiano Unione Interparlamentare (Parlamentary Union) dal 2001 al 2006, ha partecipato a missioni dell’UIP all’estero, e a lavori commissioni WTO e ONU. Da marzo 2011 è stato membro del Consiglio Scientifico dell’INRAN, Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione. Dal 2004 è stato Consigliere della Svimez.

Numerosi i messaggi di cordoglio giunti per la morte di Romualdo Coviello, tra questi quello del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. “Con Romualdo Coviello-ha scritto Bardi in una nota- scompare uno dei grandi protagonisti dell’idea di sviluppo autopropulsivo della Basilicata che ha creduto strenuamente nelle possibilità di crescita del nostro territorio. La sua vita e il suo impegno sono stati caratterizzati da un approccio moderno e pragmatico, praticato con fede e doti di uomo illuminato e anticipatore. A nome dell’intera Giunta regionale esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia”.