Quantcast

Vita da camionisti: “Sapete come nascono le magnifiche offerte a prezzi scontati tutto l’anno?”

La testimonianza di Marco, autotrasportatore

Sapete come nascono le magnifiche offerte a prezzi scontati tutto l’anno? Ve lo spiego io. Questo è un magazzino di logistica per la grande distribuzione, di una nota azienda estera che opera in tutta Italia.

Una di quelle con i prezzi migliori di tutti, la loro competitività è dovuta soprattutto ad un sistema snello, che prevede meno lavoratori di magazzino rispetto ad altre catene nostrane
Ho lo scarico alle 6 con prenotazione, solo che lo sportello per l’accettazione apre alle 6, e se vuoi scaricare per quell’ora ti devi presentare mezz’ora prima.
Non importa se fuori ci sono 0 gradi, o 40, se piove oppure nevica, devi fare la fila all’aperto, altrimenti perdi il turno.

Naturalmente i più temerari arrivano anche 40 minuti prima, qualcuno un’ora.
Non ci sono salette al coperto, non ci sono bagni, e nemmeno un semplice distributore del caffè.
Ma nel compenso una voce registrata dal megafono ti dice di mantenere la distanza e lavarsi le mani, per evitare la diffusione del Covid.

Finalmente quando arriva il tuo turno, dall’altro lato ti riceve una persona, che quasi sempre schifa il suo lavoro, e visto che non se la può prendere con l’azienda, fa il possibile per renderti la vita difficile.

Erano 3 anni che non venivo a scaricare, nel frattempo le cose sono addirittura peggiorate. La recezionista manda due autisti indietro, per degli errori sulle bolle, nasce la solita discussione, e in fila le persone che attendono cominciano a spazientirsi.
Alle 7 riesco ad entrare, devo consegnare le chiavi del mio mezzo, altrimenti non scarichi, nemmeno la stradale si fa consegnare le chiavi del camion, ma qui funziona così, altrimenti te ne puoi pure andare.

Dopo ti danno le chiavi del transpallet elettrico, si perché a differenza di altre aziende, qui scarichi tu. Questi macchinari nonostante siano di ultima generazione, spesso sono tenuti male, fili della corrente scoperti, ruote che saltano, questo perché vengono usati da persone che non sono adatte a farle funzionare.

Prima di cominciare devi inquadrare bene dove posizionare la merce, in alcuni casi i Pancali durante il trasporto subiscono un deterioramento , che mette a rischio la loro stabilità, per questi casi si potrebbero usare altri macchinari per scaricare, ma a noi autisti non è consentito usarli, e il personale di magazzino non ti può aiutare. Morale , devi fare molta attenzione, altrimenti sei costretto a sistemare i cartoni su di un altro pallet, naturalmente da solo e a mano, se poi sei sfortunato, il pallet potrebbe franarti addosso.

Quando finisci di scaricare, comincia la seconda odissea, devi recuperare i pallet vuoti, altra fila, attesa, e altri rischi, perché te li devi selezionare da dentro a delle cataste che tengono ammassate in magazzino. Poi c’è l’ultimo atto, l’attesa per la bolla, perché anche in questo caso, sono capaci di far diventare un calvario una cosa semplice.

Morale, devi attendere quasi un’altra ora solo per il ritiro bolle. Adesso vi chiederete, Marchetiè io ho letto tutto questo papiello, ma come fanno a tenere i prezzi bassi? Semplice, in una piattaforma normale, quando arrivi c’è un ufficio al coperto, dove a qualsiasi ora, un addetto ti registra, e se devi aspettare poi ti chiama al telefono, per scaricare ci sono persone formate per fare quello, che dopo lo scarico ti carica anche i pallet vuoti, la bolla te la danno, immediatamente.

Questo perché l’azienda seria ha assunto degli impiegati che coprono le 24 ore, un addetto per ogni camion, alcuni impiegati in più per snellire la consegna bolla.
Chi porta la merce, recupera minino 3 ore, e può cominciare prima un altro viaggio, invece di regalare 3 ore del suo lavoro, alla multinazionale della GDO, che con il mio tempo, e gli stipendi in meno, può fare degli sconti stupendi tutto l’anno.

Naturalmente non assumendo personale in più, e sfruttando gli autisti. Ma soprattutto mettendo i conflitto autisti e magazzinieri, in una eterna guerra tra poveri
Capiamoci bene, non è che la GDO italiane siano dei santi, anzi, anche loro monopolizzano i mercati, impongono prezzi, si affidano a cooperative farlocche che sfruttano gli operai. Il mio è solo un racconto, per farvi capire come funziona il commercio e la GDO.

Marco Manna