Quantcast

Stellantis, sindacati: 15 giorni di cassa integrazione a Melfi

La richiesta è emersa oggi nell'incontro tra la Direzione Aziendale e la Rsa di stabilimento

Nella mattinata di oggi, 25 febbraio, nello stabilimento Fca Italy di San Nicola di Melfi, si è svolto l’incontro tra la Direzione Aziendale e la Rsa di stabilimento. Tema dell’incontro la situazione internazionale complessiva e relative ricadute su approvvigionamento materiali; Contratti di solidarietà e cassa integrazione ordinaria.

Nel corso della riunione,-fanno sapere Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Aqcf- l’azienda ha evidenziato chiaramente come gli scenari internazionali abbiano pesanti ricadute sulla situazione produttiva del nostro stabilimento. Persiste la carenza dei semiconduttori e lo sciopero in atto degli autotrasportatori ha bloccato completamente l’approvvigionamento dei materiali. La guerra in atto in Ucraina potrebbe, inoltre, aprire ulteriori criticità considerando che molti fornitori hanno sede nell’Est Europa.

Dopo un’ampia discussione si è convenuto che è necessario chiudere oggi stesso il contratto di solidarietà, perché non sufficiente alla copertura salariale di tutti i lavoratori per le fermate preannunciate. Contestualmente vi è la necessità di avviare una richiesta di Cigo collettiva per tutto lo stabilimento dal 26 febbraio al 13 marzo prossimo, unico strumento utile oggi per la garanzia della copertura salariale.

Abbiamo richiesto ed ottenuto -aggiungono i sindacati- la conferma di tutto quanto stabilito dall’accordo del 25 giugno 2021. Inoltre, vista la necessità di coprire la giornata del 25 febbraio l’azienda ricorrerà all’utilizzo di un Par collettivo per tutti i lavoratori (uno dei sette complessivi fruibili dall’azienda).

L’azienda inoltre, ha precisato (ed è l’auspicio di tutti) che nell’eventualità si sblocchi la situazione degli autotrasportatori, non si esclude la possibilità di lavorare qualche giorno la prossima settimana”.