Quantcast

Arpab, Antonio Tisci si dimette da direttore generale

Il decreto di revoca dell’incarico, firmato nei giorni scorsi da Vito Bardi, sarebbe stato efficace da oggi

Con una Pec inviata stamattina, 8 marzo, Antonio Tisci si è dimesso, come qualcuno auspicava. Il decreto di revoca firmato da Vito Bardi avrebbe avuto effetto da oggi. Con un lungo post sul suo profilo Facebook, lo annuncia lo stesso ex direttore generale.

Il presidente Bardi in una nota ha fatto sapere di aver ricevuto la lettera di dimissioni di Tisci “che ho accettato”. Ha poi aggiunto: “Auguro le migliori fortune professionali all’avvocato Tisci e lo ringrazio per il lavoro svolto”.

Adesso è necessario provvedere al futuro dell’Agenzia-ha proseguito il presidente- ci sarà un avviso pubblico per individuare un’altra figura di alto livello con competenze certificate nel delicato settore della protezione ambientale, come richiesto anche dai consiglieri regionali di maggioranza e opposizione. Mi preme sottolineare come il percorso – che si sarebbe comunque concluso oggi – è stato molto chiaro, nel rispetto di tutte le garanzie dovute, senza inseguire le pressioni e la propaganda politica. Difendere le istituzioni significa rispettare le regole, senza guardare all’appartenenza. Non sempre è accaduto in passato. Con noi è cambiato registro”.