Quantcast

Cup Basilicata: Oltre agli utenti anche azienda e operatori stanno subendo i disservizi

Il direttore di Confapi precisa che i disservizi dovuti al nuovo sistema informatico non dipendono da chi gestisce il servizio

Non solo gli utenti, ma anche gli operatori del Cup e la stessa azienda che gestisce il servizio per conto dell’Asm, stanno subendo i gravi disservizi causati dal nuovo sistema informatico.

Con riferimento alle notizie di stampa di questi giorni, che giustamente stigmatizzano le lunghe code cui sono costretti gli utenti del Cup dell’Asm, il Direttore di Confapi Matera, Vito Gaudiano, precisa che i disservizi non dipendono dall’Azienda che gestisce il servizio né tantomeno dagli operatori del Centro Unico di Prenotazione, i quali anzi soffrono la lentezza e la farraginosità del funzionamento del nuovo software in uso, realizzato da un’altra impresa, aggiudicataria di un apposito appalto della Regione Basilicata, che prevede l’implementazione di un nuovo sistema informatico per i Cup di tutta la regione.

Questo – precisa il direttore Gaudiano –non rientra nell’appalto di gestione del Centro Unico di Prenotazione, per cui l’azienda e i suoi operatori stanno subendo le conseguenze del nuovo software al pari degli utenti, con danno d’immagine per l’azienda materana.