Quantcast

Nuova Giunta Bardi, il M5S: nessun coinvolgimento nella nuova maggioranza

Mentre Fratelli d’Italia parla di “mercimonio e scambio di poltrone”

A quanto pare – scrivono consiglieri regionali penta stellati –  la “nuova” giunta Bardi sarebbe stata varata. Il condizionale è d’obbligo visti i continui colpi di scena che si stanno susseguendo minuto dopo minuto. Nonostante Bardi abbia diramato la nuova compagine dell’esecutivo regionale si avvertono i primi sussulti e i primi mal di pancia.  Le new entries sono Bellettieri, Acito e Baldassarre, quest’ultimo campione nazionale del cambio di casacca, visto che ha già annunciato di voler abbandonare Fratelli d’Italia per una destinazione al momento sconosciuta (…) Come volevasi dimostrare si sta materializzando l’ennesimo fallimento di questa sciagurata compagine che sfortunatamente nel 2019 è arrivata al governo di questa regione. Non riusciamo a trovare più aggettivi per descrivere questa cascata di irresponsabilità. I cittadini lucani vengono umiliati giorno dopo giorno da questi personaggi senza arte né parte, il cui unico scopo è quello di occupare postazioni di potere.  Se queste sono le premesse, le prossime settimane di consiliatura ci riproporranno lo stesso spartito fatto di fuochi incrociati tra le fazioni una volta amiche.  Dal canto nostro non ci resta che escludere qualsiasi collaborazione con questi irresponsabili se non onorando il mandato come abbiamo sempre fatto da quando abbiamo messo piede nel Consiglio Regionale. Il nostro contributo propositivo non è mai mancato in questi anni, così come dimostrato dalla nostra attività consiliare. Lo abbiamo ripetuto più volte in questi giorni: la delicata congiuntura storica che stiamo attraversando non consente ulteriori perdite di tempo e, se non è possibile andare avanti, si ridia la parola ai cittadini. Lo diciamo a scanso di equivoci, anche per ribadirlo a qualche commentatore volutamente distratto che tenta di buttarci forzatamente in questo minestrone.

Fratelli d’Italia, con una nota a firma dei consiglieri regionali e di Gianni Rosa, fa sapere che  “Dispiace che il presidente Bardi abbia scelto di fare a meno di Fratelli d’Italia nel Governo della Basilicata. Noi continueremo con coerenza a portare avanti l’interesse dei cittadini lucani nonostante siamo stati espulsi dalla maggioranza e dal governo della Regione senza alcun motivo legato a fatti o atti che coinvolgessero negativamente la nostra delegazione di Giunta. Fatichiamo sempre di più a comprendere le scelte di un Presidente che dovrebbe essere consapevole degli impegni assunti con i cittadini e con le forze politiche che lo hanno indicato e fatto conoscere agli elettori. Diventa sempre più preoccupante l’atteggiamento teso a frenare la crescita di Fratelli d’Italia piuttosto che a lavorare bene dimostrandosi all’altezza del ruolo. Abbiamo atteso in questi mesi un cambio di passo che il presidente Bardi ha formalmente assicurato accettando pazientemente di attendere e trovandoci ripagati da un immeritato tradimento politico. Il mercimonio, lo scambio di poltrone, i giochi di potere, le equivoche presenze in ruoli di governo e sottogoverno non ci interessano e per questo abbiamo compattamente respinto ogni profferta compensativa a danno di chi ha lavorato con competenza e qualità. Gli elettori del centrodestra si aspettano coerenza e lealtà che noi continueremo a rappresentare come assoluta alternativa alla sinistra e sistemi di potere che cacciati dalla porta si ripresentano alla finestra. Abbiamo dimostrato più volte in tutta Italia di essere pronti a dare il nostro contributo per il bene comune e continueremo a farlo anche in opposizione da oggi in Basilicata”.