Quantcast

Sita Sud, Cgil e Cisl: Raggiunto accordo sindacale

"Risolve antichi contenziosi e mette soldi in tasca ai lavoratori"

Oggi, nella sede dell’azienda Sita, la più importante del consorzio Cotrab che gestisce il trasporto extraurbano in Basilicata, Filt Cgil e Fit Cisl hanno raggiunto un importante accordo che risolve antichi contenziosi e mette soldi in tasca ai lavoratori preparandosi così in maniera più serena alla fase delle gare. Siamo lieti di essere forieri di una nuova stagione di concertazione e accordi con la responsabilità di rappresentare le organizzazioni sindacali più grandi e storicamente più radicate, mentre altri rompendo l’asse confederale, cercano consenso costituendo una nuova triplice. Riteniamo che restare nel merito e dare risposte ai lavoratori è il migliore modo di fermare i tentativi di protagonismo e di populismo che si annidano nel settore dei trasporti.

L’accordo si estende in quattro punti: l’istituzione del ticket pasto del valore di 4 euro per quest’anno e di 5 per il prossimo, l’estensione a tutti i lavoratori dell’accordo regionale del 3 febbraio 1988, un aggiornamento del verbale nei casi di sinistri passivi, una tantum per i contenziosi sull’applicazione di diversi istituti del trattamento economico spettante ai lavoratori, in particolare modo le ferie, con una somma variabile in base all’anzianità di servizio da 500 a 900 euro. L’accordo sarà valido dall’1 maggio 2022 se, a tale data, almeno il 90% dei lavoratori avrà sottoscritto l’adesione attraverso accordi transattivi individuali, da formalizzare in sede assistita.

Ci auguriamo che questo sia il primo passo verso una nuova stagione concertativa finalizzata a raggiungere l’obiettivo di migliorare la vita lavorativa dei 1200 lavoratori del Tpl attraverso i fatti e non le strumentalizzazioni. Luigi Ditella, segretario generale Filt Cgil Basilicata- Sebastiano Colucci segretario Fit Cisl Basilicata