Quantcast

Stellantis Melfi, altri 9 giorni di fermata

A causa del mancato approvvigionamento di semi conduttori

Lo stabilimento Stellantis di Melfi si ferma, ancora una volta, per la mancanza di semiconduttori. Nella fabbrica lucana stop alla produzione per nove giorni. L’azienda ha comunicato il nuovo fermo, dalle 9 del 19 alle 6 del 28 marzo. Lo rendono noto Fim e Uilm.

Lo scorso 15 marzo, la Stellantis, aveva fatto sapere che l’ipotesi di salita produttiva allo stabilimento di Melfi, annunciata nelle settimane scorse al momento non è più percorribile e che a partire dal 4 aprile lo stabilimento si passerà dagli attuali 17 turni a 15 turni, con un conseguente esubero giornaliero provvisorio di 1500 unità.

L’azienda aveva esplicitato in modo chiaro che in aggiunta alla crisi già in corso per l’approvvigionamento dei semi conduttori, in queste settimane, la drammatica situazione della guerra tra Russia e Ucraina, che vede quei territori come produttori leader di materia prima per la costruzione dei microchip, aggrava sempre di più qualsiasi tipo di programmazione produttiva.