Quantcast

Premio Lams, a Matera la finale del contest per giovani musicisti foto

L'edizione 2022 in presenza e on line per chi non può recarsi nella Città dei Sassi

Dopo il grande successo della ultima edizione tenutasi “in presenza”, nel 2019, l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura, cui hanno fatto seguito due edizioni tenutesi  in modalità online, il Premio Lams Matera – Festival/Contest Internazionale per giovani musicisti (intitolato “Rosa Ponselle” fino al 2018) torna dal vivo. “La 22esima edizione-spiegano gli organizzatori- ha previsto due modalità: in presenza (e le selezioni si stanno svolgendo con successo dal 27 aprile nell’Auditorium francescano di Cristo Re) e online per chi fosse impossibilitato a recarsi a Matera. E i numeri confermano la bontà della doppia opzione, con un ritrovato bisogno di fare musica dal vivo: sono infatti quasi 150 i concorrenti (tutti italiani quelli per la modalità live, mentre i candidati della sezione online provengono da tutto il mondo, Inghilterra, Austria, Germania, Canada, Bulgaria, Polonia, Romania, Ungheria, Svizzera e anche dall’Ucraina)”.

Dal 27 aprile e fino al 29 aprile, si stanno svolgendo le audizioni dal vivo nell’Auditorium francescano di Cristo Re, mentre sul canale YouTube del Lams sono visibili i video inviati dai concorrenti della sezione online. L’età va dai 5 ai 35 anni, divisi nelle sezioni pianoforte, archi, fiati, chitarra, arpa, percussioni, fisarmonica, musica da camera, scuole e licei.

Venerdì 29 alle ore 19 nella sala Conferenza del Museo Ridola si terrà la finale, in cui si esibiranno i migliori concorrenti selezionati nei tre giorni di audizioni, i quali si contenderanno i 3 concerti premio retribuiti in palio. Ciò al fine di contribuire attivamente all’avvio delle carriere di giovani musicisti, offrendo loro un “palcoscenico” e un inquadramento lavorativo da professionisti. Ci sarà anche il Premio del pubblico, che sarà attribuito dal pubblico presente in sala.

Il settore della promozione dei giovani musicisti si conferma così un ambito in cui il Lams vuole investire al fine di stimolare sempre più la crescita delle ricchezze e potenzialità artistiche, locali e non, delle nuove generazioni.

Per il direttore artistico del Premio, M° Giovanni Pompeo, “l’adesione straordinaria da tutto il mondo di tanti bravissimi giovani musicisti, testimonia della ormai riconosciuta levatura internazionale del Lams, società che da oltre 30 anni è protagonista con eventi di altissimo valore artistico, in collaborazione con enti come la Filarmonica della Scala, Casa Ricordi, Siae, Rai Radio Tre, e con il supporto del MiC, della Regione Basilicata, del Comune di Matera, dell’Apt. Ricordo che, oltre alla Targa del Presidente della Repubblica, gli eventi organizzati negli ultimi anni hanno portato all’assegnazione del Premio Abbiati della critica musicale e all’inserimento nella Top10 dei migliori concerti di classica del 2019 da parte del “giornale della musica”. Appuntamento quindi a venerdì alle 19 al Museo Ridola per la Finale.