Quantcast

Profughi ucraini in Basilicata, al via corso di Italiano promosso dal Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza

Lezioni in modalità a distanza su piattaforma online e con una flessibilità sia sugli orari che sui giorni

E’ ufficialmente iniziato, oggi 7 aprile, il corso di “Primi elementi della lingua italiana”, promosso dal garante dell’infanzia e dell’adolescenza Vincenzo Giuliano e con la partecipazione del suo tavolo tecnico, per i profughi ucraini giunti in Italia per fuggire dalla guerra.

Il corso-spiega Giuliano- si svolge in modalità a distanza su piattaforma online e con una flessibilità sia sugli orari che per i giorni, a seconda delle disponibilità di ciascuno. Le lezioni di italiano sono tenute dai professori Fabrizio Cocina, Maria Antonietta Angrisani, Anna Maria Verrastro, con gli interpreti/mediatori volontari: Ilona, Alexander, Maryana e Angelina. Dal punto di vista didattico sono seguite dalle pedagogiste Filomena Labriola, presidente dell’Anpe e Isabella Labanca presidente dell’Aisped, la parte amministrativa è gestita da Myriam Russo, sociologa e criminologa.

È opportuno, ancora una volta, sottolineare -prosegue il Garante-che è fondamentale, per garantire una migliore integrazione sociale dei profughi all’interno del contesto sociale italiano, conoscere la lingua. L’iniziativa è gratuita e non prevede limiti di età per i partecipanti. Le iscrizioni al corso di italiano sono ancora aperte, sia per i profughi ucraini interessati ad imparare la lingua italiana, che per docenti ed interpreti volontari”.

Per chi intenda ancora iscriversi inoltrare richiesta agli indirizzi e-mail; garanteinfanziaeadolescenza@regione.basilicata.it

vincgiuliano@gmail.com

russo.myriam97@gmail.com