Quantcast

Truffa e falso, indagati responsabili di un centro di accoglienza nel Materano

La Polizia ha notificato avviso di conclusione indagini

La Polizia di Stato di Matera ha notificato l’Avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di tre soggetti, responsabili della gestione di un centro di accoglienza per migranti sito in provincia di Matera, nei cui confronti sono stati ipotizzati i reati di truffa continuata e aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

Inoltre, a carico della società che gestisce il centro sono state contestate violazioni amministrative, poiché i reati sarebbero stati commessi dai tre indagati a vantaggio e nell’interesse della società in cui gli stessi svolgono funzioni apicali. A carico della società è stato altresì eseguito il decreto di sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Matera, della somma di euro 11.023,10 depositata presso un istituto bancario, ritenuta il profitto delle presunte truffe commesse.

Dalle indagini appare che i responsabili della società e della struttura avrebbero simulato il rientro nel centro di accoglienza di tre cittadini extracomunitari che si erano in precedenza allontanati, attestandone falsamente, con diversi atti, la presenza nel centro dal mese di dicembre 2020 al mese di aprile 2021.