Crob, Bardi: “Situazione inaccettabile. Ferma intenzione di procedere a cambiamento radicale”

"Mi confronterò con il Direttore generale, appena saranno migliorate le sue condizioni di salute, come ci auguriamo tutti noi"

“La situazione al Crob è inaccettabile e ringrazio l’assessore e vicepresidente Francesco Fanelli per l’intervento immediato, garantendo – grazie al San Carlo – gli anestesisti che mancavano. Così il presidente della Regione, Vito Bardi, commenta il blocco delle attività chirurgiche all’ospedale oncologico di Rionero in Vulture per mancanza di anestesisti.

“I pazienti vedranno dunque garantite le proprie prestazioni, come è normale che sia e come è nel loro diritto. I pazienti sappiano che sono la mia prima preoccupazione. Questo ultimo episodio al Crob si innesta su una catena di errori gestionali degli ultimi mesi, che sono già stati posti da me all’attenzione di tutti i soggetti preposti. E’ mia ferma intenzione procedere a un cambiamento radicale, date anche le novità – normative, sanitarie e giudiziarie – sopravvenute. Mi confronterò francamente e fermamente con il Direttore generale, appena saranno migliorate le sue condizioni di salute, come ci auguriamo tutti noi”.

Nella giornata di ieri l’assessore alla Sanità, Francesco Fanelli, aveva dichiarato “per assicurare una tempestiva risposta al problema dell’Irccs Crob legato alla carenza di anestesisti di cui sono al corrente solo da pochi giorni, ho chiesto al direttore generale del San Carlo Giuseppe Spera, registrando la sua pronta disponibilità, di attivare immediatamente una convenzione con l’Istituto oncologico che consenta, attraverso la sinergia tra i gruppi operatori delle due aziende sanitarie, la ripresa dell’attività chirurgica”.