Sicurezza, potenziati i controlli a Lavello dopo episodi di violenza

Le decisioni per contrastare i recenti episodi di “movida selvaggia” verificatisi nel centro della valle ofantina. Controlli rafforzati ancge a Maratea

Il Prefetto di Potenza Michele Campanaro ha presieduto stamane, nella sala Italia del Palazzo del Governo, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica nel corso della quale si è discusso della situazione della sicurezza pubblica nella città di Lavello, dopo gli ultimi episodi di violenza verificatisi, nonché dei servizi di vigilanza estiva nel comune di Maratea.
Presenti, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia ed al rappresentante dell’Amministrazione Provinciale, i Primi cittadini di Lavello, Sabino Altobello e di Maratea, Daniele Stoppelli, quest’ultimo insieme con il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea Michele Lenti.
“Gli episodi di movida selvaggia verificatisi lo scorso fine settimana a Lavello, impongono massima attenzione da parte di tutti gli attori del sistema sicurezza – ha dichiarato il Prefetto Campanaro, a margine degli ultimi fatti accaduti nella città ofantina – Per questo, nonostante il trend delittuoso metta in chiara evidenza un netto calo del totale degli stessi delitti ininterrottamente dal 2019, oggi è stato disposto un mirato potenziamento dei servizi di vigilanza del territorio, con il concorso delle aliquote territoriali dell’Arma dei Carabinieri e dei Reparti Mobili della Polizia di Stato, affiancati dalla Guardia di Finanza e da personale della Polizia locale, per rafforzare in particolare i controlli anti-movida, nel rispetto dell’ordinanza di disciplina degli orari degli esercizi pubblici, preannunciata dal sindaco di Lavello ”. I servizi interforze, pianificati in ambito di tavolo tecnico del Questore, partiranno già dal prossimo fine settimana.
Nel corso della stessa seduta di Comitato, si è inoltre proceduto ad una razionalizzazione delle modalità d’impiego delle risorse territoriali per i servizi di vigilanza estiva nella località turistica di Maratea, “Perla del Tirreno”, unico affaccio marittimo della provincia che conta poco più di 5.000 abitanti e che, nei mesi di luglio ed agosto, decuplica i residenti e si caratterizza per i numerosi eventi culturali, anche di rilievo internazionale, con la presenza di autorità pubbliche e di personaggi del mondo dello spettacolo.
“Tutte le Forze dell’Ordine presenti a Maratea, dai Carabinieri ai Carabinieri Forestali, alla Guardia di Finanza ed alla Guardia Costiera, assicureranno il massimo sforzo per garantire ai turisti un periodo di vacanza in piena sicurezza – ha concluso il rappresentante del Governo – Misure più specifiche di controllo riguarderanno la zona del porto e quella del centro storico, con il supporto della Polizia locale, come assicurato oggi dal Sindaco di Maratea”.