Mancato pagamento stipendi: dichiarazione stato di agitazione

I lavoratori addetti alla raccolta e smaltimento rifiuti nei comuni di Salandra, San Mauro Forte, Calciano, Garaguso, Accettura, Oliveto Lucano e Montescaglioso. Cgil: "La Progettambiente srl proceda a pagare e senza ulteriori ritardi le retribuzioni di luglio"

Agli operatori ecologici della Progettambiente, azienda che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nei Comuni di Salandra, San Mauro F., Calciano, Garaguso, Accettura, Oliveto Lucano e Montescaglioso non è stato ancora pagato lo stipendio di luglio. Siamo a fine agosto e delle retribuzioni non si sa nulla. Una situazione critica che si trascina da anni, quella del ritardo nel pagamento degli stipendi a ciò si aggiunge la carenza dei mezzi in dotazione per la raccolta che non permette agli operatori di lavorare con serenità.  Spesso le aziende e i Comuni dimenticano il ruolo essenziale che gli operatori dei servizi   ambientali svolgono nel ciclo dei rifiuti a maggior ragione in periodi difficili come questi.

I lavoratori le hanno tentate tutte, costretti a dichiarare lo   stato di agitazione   hanno continuato a svolgere le loro mansioni anche in pieno agosto con senso di responsabilità verso i loro concittadini assicurando tutti i servizi alla collettività. Come ringraziamento hanno fatto il ferragosto senza stipendio. Nonostante gli incontri fatti in Prefettura   anche gli impegni presi, da   Azienda e Comuni, innanzi al Prefetto sono stati disattesi. Insomma, l’annosa questione dei ritardi nel pagamento degli stipendi ai lavoratori purtroppo sembra non trovare   soluzione.

Per questo abbiamo dato mandato al nostro ufficio legale di procedere con   la richiesta degli interessi per il ritardo nel pagamento degli stipendi.

Ci preme solo ricordare che questi sono lavoratori sono part time, quasi tutti monoreddito   il cui stipendio non supera le 800 euro mensili in un contesto in cui l’inflazione galoppa, avere la certezza dello stipendio diventa fondamentale in tempi economicamente difficili come questi.

Ma quello   che più ci fa specie   e che i Sindaci sanno   bene quale è la condizione familiare di questi lavoratori, sanno   bene le difficoltà che gli interessati e le rispettive famiglie vivono giornalmente per il mancato pagamento degli stipendi.

Come sa bene anche la Progettambiente, l’azienda che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti che negli ultimi mesi è stata impegnata nella lodevole iniziativa didattica – “ATTENTI AI RIFIUTI” gioco creato per sensibilizzare alla raccolta differenziata le giovani generazioni. Orbene, alla Progettambiente chiediamo la stessa sensibilità e attenzione nei confronti dei lavoratori. Proceda a pagare e senza ulteriori ritardi lo stipendio di luglio.

Vito Maragno – FP CGIL Matera