Sorpreso in casa con droga, arrestato dai Carabinieri a Villa d’Agri

Durante la perquisizione ritrovati anche 2.035 euro, probabile provento dello spaccio

A Villa d’Agri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viggiano, hanno arrestato, in flagranza di reato, un 26enne di origini nigeriane, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione è maturata nel corso di un servizio di controllo del territorio, finalizzato a prevenire e reprimere i reati nello specifico settore, fenomeno che, tra l’altro, inevitabilmente, costituisce motivo di allarme sociale.

Nella serata di sabato scorso, 30 luglio, i militari hanno eseguito una perquisizione all’interno di un’abitazione ubicata nel centro abitato, occupata occasionalmente dal giovane che, in quel luogo, sovente ha trovato ospitalità presso suoi connazionali. Nella circostanza, poco prima delle 22,00, i Carabinieri, entrati nell’immobile, hanno eseguito le ricerche nei vari ambienti di pertinenza.

In particolare, nel vano adibito a bagno, il 26enne, sorpreso mentre stava assumendo una dose di stupefacente, con un gesto fulmineo, ritenendo di non essere notato in quel frangente dai militari, si è disfatto, lanciandolo dalla finestra, di un borsello in pelle che è stato subito recuperato dai Carabinieri, i quali si erano posizionati anche nella zona retrostante dell’edificio.

Al suo interno gli stessi hanno rinvenuto e sequestrato 10 grammi circa di stupefacente del tipo eroina, suddivisi in 4 “bussolotti”, e 1 grammo circa di marijuana. Le operazioni hanno altresì consentito il rinvenimento e sequestro della somma in contanti, suddivisa in banconote di vario taglio, di 2.035 euro, ritenuto essere provento dell’attività delittuosa, nonché materiale per il confezionamento delle dosi da destinare allo spaccio locale. Al termine delle attività di polizia giudiziaria, il giovane, è stato accompagnato nella Casa Circondariale di Potenza.