Morto l’operaio ustionato in azienda di Lavello

L'uomo, 36 anni, era ricoverato al Centro grandi ustionati di Napoli

Non ce l’ha fatta l’operaio 36enne che martedì scorso era rimasto vittima di un incidente sul lavoro in un’azienda di conserve alimentari, l’Eugea Mediterranea, a Lavello. L’uomo che era stato investito da un forte getto di vapore a seguito dello scoppio di una caldaia, aveva riportato ustioni sul 90% del corpo. Per le sue condizioni, apparse subito molto gravi, era stato trasferito dall’ospedale di Potenza, dove era arrivato in eliambulanza, al Centro grandi ustionati del Cardarelli di Napoli dove purtroppo è deceduto oggi.