Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Carta per partecipazioni, come scegliere quella giusta

Le partecipazioni sono uno degli elementi fondamentali legato all’evento che tutti attendono nel corso della propria vita: il matrimonio. Quando si decide di convolare a nozze è da questi biglietti di invito che si deve partire, che si differenziano dagli inviti tradizionali.
Le partecipazioni di nozze sono bigliettini in carta di varia natura e grammatura tramite i quali si va ad annunciare a chi le riceve, quindi ad amici e parenti, il proprio matrimonio. Una delle prime incombenze cui pensare quando si decide di sposarsi.
Come si diceva le partecipazioni sono differenti rispetto agli inviti tradizionali: questi ultimi sono indirizzati agli invitati a tutto l’evento, mentre le partecipazioni rappresentano una sorta di annuncio ufficiale del matrimonio e contengono quindi ogni informazione che possa essere utile per gli ospiti.

Come scegliere le giuste partecipazioni?

E veniamo al tema centrale, la scelta delle partecipazioni più adatte: si parte dall’involucro, quindi dall’esterno. Parliamo quindi della scelta delle buste per partecipazioni; ed anche qui si può spaziare tra tantissimi prodotti di ogni genere.
Ovviamente in fase di scelta è bene ricordare che si tratta di un’occasione speciale, unica, e che di conseguenza richiede una busta all’altezza. Bene quindi puntare su buste per partecipazioni di carta di massima qualità, di una certa grammatura per conferire autorevolezza all’invito. Importanti sono anche elementi di corredo, su tutti il sigillo della busta.
Lo stile delle buste, così come quello delle partecipazioni stesse, è un elemento fondamentale e deve essere frutto di una scelta soggettiva; si tende sempre a riflettere il carattere degli sposi, i loro gusti, oltre che la tipologia di cerimonia. Se ad esempio ci si sposa in un mese estivo in riva al mare, la partecipazione dovrà optare per uno stile che richiami questa tipologia di cerimonia.

Partecipazioni e tradizioni

Colori, tono da usare (più o meno formale), tipologia e grammatura della carta, stili e tema: tutti elementi che faranno la differenza in fase di scelta della partecipazione. Che resta un qualcosa di fondamentale quando ci si sposa, un aspetto folkloristico.
Secondo tradizione dovrebbe essere la famiglia della sposa a pensare alle partecipazioni: per quanto riguarda parenti ed amici più stretti, queste andrebbero sempre consegnate a mano, quando possibile. Per quanto riguarda le tempistiche, solitamente ci si muove 6 – 8 mesi prima della cerimonia.
Quello della scelta delle partecipazioni è uno dei momenti più attesi da tante donne e uomini che vedono il matrimonio come coronamento di un sogno; la scelta deve essere più che mai ponderata valutando lo stile, accertandosi di optare per il tipo di carta adatto, avendo cura di optare per un tono adeguato, che non risulti essere eccessivamente serioso ma neanche troppo scherzoso.