Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Coronavirus e sospensione dell’assicurazione auto: come funziona?

Dai primi giorni marzo ad oggi l’emergenza coronavirus ha completamente stravolto la nostra esistenza. A subire una profonda modifica non potevano che essere anche le scadenze e i pagamenti, molti dei quali sono stati prorogati per ridurre la circolazione della popolazione sul territorio nazionale, ma soprattutto per tutelare le tasche degli italiani, già duramente provate dall’emergenza sanitaria.

La polizza Rc: cosa cambia ai tempi del coronavirus

A subire un cambiamento è stato anche il mondo dell’assicurazione auto. Infatti, nelle difficili settimane del lockdown, gli spostamenti delle persone si sono ridotti all’osso, una situazione che ha provocato uno stop quasi totale della circolazione di auto, bus, camion e moto sia sulle strade urbane ed extraurbane, sia sulle autostrade. Una prova di questa condizione è data dal fatto che il numero dei sinistri nel mese di aprire ha subito un notevole calo, ben del 68% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Nonostante l’impossibilità di poter usare i propri mezzi, gli utenti della strada hanno però continuato a pagare: una situazione a cui era necessario porre rimedio e che ha visto l’intervento del Governo che ha deciso di sollevare gli italiani della spesa della polizza Rc, una delle più gravose per il bilancio familiare, come riportato anche da Ivass.it.

Infatti, con il decreto legge “Cura Italia” n.18 del 17 marzo 2020, è stata concessa una proroga che va dai 15 ai 30 giorni dei tempi di pagamento per l’assicurazione del proprio veicolo in scadenza in un periodo compreso tra il 4 aprile e il 31 luglio. Non solo, il Parlamento con un emendamento successivo ha dato la possibilità agli automobilisti italiani di chiedere alla propria compagnia assicurativa la sospensione della copertura assicurativa fino alla data del 31 luglio.

La sospensione del pagamento dell’assicurazione auto: tutto quello che c’è da sapere

Vediamo nello specifico come funziona. Il pagamento della propria polizza Rc si può bloccare nel momento in cui la compagnia assicurativa riceve dal cliente la richiesta di sospensione del contratto che, in automatico, durerà fino al 31 luglio.

Requisito fondamentale: il mezzo assicurato in questione non deve assolutamente circolare o sostare su strada, ad esempio in un parcheggio pubblico. Per questo motivo può richiedere la sospensione solo chi durante quel periodo terrà il proprio veicolo in un garage, in un box auto o un parcheggio di proprietà privata. Il chiarimento arriva direttamente dalla Camera.

Zurich Connect: sospendi la tua assicurazione in modo semplice, rapido e sicuro

Tra le compagnie assicurative capaci di garantire ai propri clienti procedimenti di sospensione semplici, rapidi e sicuri della copertura assicurativa c’è Zurich Connect, marchio che dal 1997 si occupa di fornire assicurazioni auto e moto tramite Internet, di proprietà della compagnia assicurativa svizzera Zurich Insurance Company Ltd fondata nel 1872.

Per effettuare il procedimento infatti basta collegarsi al sito, inviare la richiesta con un rapido clic: il tutto senza costi aggiuntivi e allungando la validità del contratto.

Più informazioni su