Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Cuscini per dormire: guida alla scelta

La scelta del cuscino per dormire è uno dei fattori più importanti per la qualità del sonno: da questo elemento, così come dal materasso, può dipendere l’insorgere di determinate problematiche quali ad esempio dolori a schiena e collo quando ci si alza, mancanza di un sonno ristoratore, fastidi vari nel corso della notte.
Spesso anche soltanto cambiare il cuscino si rivela essere un elemento determinante per ovviare a tutte queste problematiche. Come scegliere il cuscino più adatto alle proprie esigenze, tra tutti i modelli disponibili oggi sul Mercato? Ci sono parametri soggettivi, ovviamente, che cambiano da persona a persona, e ci sono poi altre questioni che sono universalmente valide, come il discorso di acquistare sempre un prodotto di qualità, evitare di cercare il risparmio a tutti i costi, per quello che è un prodotto dal quale dipenderà la qualità del nostro sonno. Vediamo nel dettaglio come scegliere un cuscino adatto.

Tipologie di cuscini

Secondo gli esperti quello che conta è far sì che testa, collo e spina dorsale siano il più possibile allineati nel corso della notte. In sostanza la scelta del cuscino, così come quella del materasso, deve essere dettata dalla ricerca di una posizione naturale, corretta, così da garantire il rilassamento a muscoli e ossa.
A questo riguardo un cuscino in assoluto ideale non esiste, si deve partire sempre dalla propria conformazione fisica, dall’altezza, dalla corporatura, dalla posizione che solitamente si tende ad avere durante la notte. Quali sono alcuni parametri oggettivi per la scelta di un cuscino? La composizione, quindi il materiale in cui è realizzato; l’altezza del cuscino, che può variare in base alle esigenze; l’imbottitura.
Oggi sul mercato esistono prodotti di ultima generazione in grado di garantire performance elevate, come nel caso dei cuscini letto in memory che sono dotati di un sistema particolare, noto anche per i materassi, che si basa sul ricorso ad un particolare gel appositamente studiato per adattarsi in modo perfetto alla conformazione del corpo di chi lo usa. Come il nome stesso suggerisce in sostanza, vanno a ‘memorizzare’ le caratteristiche fisiche per essere assolutamente in linea, il più possibile comodi.

Questi in memory foam sono cuscini di ultima generazione, in grado di garantire un sonno di qualità e un riposo efficace. Ma la scelta del cuscino, come si diceva, dipende da tanti fattori ed è un discorso soggettivo, del tutto personale. Quello che conta universalmente è che sia anallergico e traspirante, facile da lavare, con sistema antiacari.