Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Misurare la pressione dell’aria, dei gas o dei fluidi con il manometro

L’elenco degli strumenti di misura che si hanno a disposizione oggi è davvero molto lungo: ce ne sono alcuni che vengono usati quotidianamente praticamente da tutti ed altri che invece sono meno noti perché utilizzati solo dai professionisti per rilevazioni molto specifiche. Il manometro rientra tra gli strumenti più diffusi, visto che permette di misurare la pressione di aria, fluidi e gas e quindi trova applicazione in svariati ambiti, da quello domestico a quello industriale.

Nel corso degli anni sono state sviluppate diverse tipologie di manometro: attualmente sono disponibili modelli specifici per i vari impieghi. I tradizionali strumenti analogici sono stati affiancati da quelli digitali, che permettono di effettuare rilevazioni in modo più rapido, garantiscono un’ottima precisione e permettono una facile lettura dei dati, che vengono mostrati su un display.

Come scegliere il manometro e dove trovarlo

 

Per acquistare un dispositivo di qualità è opportuno affidarsi a portali speciali come, ad esempio, il sito web it.rs-online.com dove trovare un’ampia proposta di strumenti di misura: tra questi ovviamente figurano anche i manometri, apparecchi fondamentali per una serie di applicazioni ed attività. La scelta del modello da acquistare è legata all’ambiente di utilizzo ed al tipo di uso che se ne intende fare. Bisogna quindi tenere conto di un insieme di fattori quali i valori minimi e massimi supportati, le dimensioni e la robustezza, la possibilità di memorizzare i dati rilevati ed il numero e le dimensioni delle porte.

Detto così, individuare lo strumento ideale potrebbe sembrare complicato: in realtà, utilizzando i filtri di ricerca, bastano pochi clic per indicare le caratteristiche desiderate e selezionare solo i manometri che le presentano tutte. Per quanto riguarda le grandezze misurabili, solitamente gli strumenti vengono distinti in tre categorie: quelli che misurano la pressione assoluta, quelli che misurano la pressione differenziale e quelli che misurano la pressione relativa.

Funzionamento e caratteristiche del dispositivo per la misura della pressione

 

I manometri digitali sono dotati di sensori di ultima generazione in grado di raccogliere i dati; le informazioni vengono trasmesse al microprocessore, che converte il segnale e lo invia al display. I valori mostrati sullo schermo del dispositivo sono facili da leggere, anche quando le condizioni di luce non sono ottimali. Gli strumenti sono alimentati da batterie e sono di dimensioni compatte, quindi possono essere facilmente trasportati ed utilizzati praticamente ovunque.

Sul sito di RS Components sono disponibili anche i modelli dotati di particolari software: grazie a questi programmi i dati rilevati possono essere trasferiti ad altri dispositivi (come ad esempio notebook, tablet o smartphone, per continuare a lavorare in mobilità), in modo da poterli archiviare ed eventualmente analizzare. Alcuni manometri sono dotati pure di una loro memoria interna che consente di registrare le misurazioni effettuate.

Le possibili applicazioni: dove e quando si usa il manometro

 

Come spiegato in precedenza, il manometro è uno strumento di misura che viene impiegato in diversi ambiti. A livello domestico e commerciale viene utilizzato soprattutto per effettuare dei controlli di routine. L’esempio più classico è rappresentato dal monometro usato per monitorare la pressione delle gomme di auto ed altri veicoli. I professionisti invece lo utilizzano spesso per individuare le eventuali perdite e risolvere i problemi dei sistemi di riscaldamento o idraulici.

È molto comune anche l’impiego a livello industriale: per esempio, viene utilizzato all’interno degli impianti di refrigerazione per monitorare il vuoto, la temperatura e la pressione oppure nei sistemi a gas per definire il flusso e la pressione statica. Il dispositivo, in combinazione con altri strumenti, può essere utilizzato anche per monitorare la qualità dell’aria nell’ambiente di lavoro.