Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Quali sono le azioni da tenere d’occhio in Borsa

Quali sono le azioni da tenere d’occhio in questa fase e, magari, sulle quali decidere di puntare se si volesse investire? Il mondo della Borsa è da sempre complesso e vive anche di picchi, sia in alto che in basso, che si aggrappano alla continenza del momento: in sostanza la stretta attualità e l’andamento dei tioli sono strettamente interconnessi tra di loro in una sorta di osmosi, vasi comunicanti da tenere sempre in considerazione se si vuole avere un margine di possibilità di guadagnare.
Partendo da questo assunto si evince che, mai come adesso, investire correttamente in Borsa limitando i rischi può essere impresa complessa. Quali sono le azioni maggiormente sulla cresta dell’onda? Cerchiamo di capirlo chiedendo ad Insider24.net, che offre analisi dei mercati e delle azioni in tempo reale.

Come sta andando la Borsa in questa fase?
“Si parla ovviamente di fasi alterne per via della situazione pandemia che non lascia certezze. In attesa poi di capire cosa succederà nei prossimi mesi, se i vaccini faranno effetto, se si assisterà ad altri lock down, fare previsioni non è per niente facile. Resta comunque interessante notare come, nelle ultime settimane, le borse stiano comunque crescendo: non sempre uno scenario negativo deve essere tale anche sui mercati, basta vedere come si è chiuso il 2020. Uno degli anni peggiori di sempre a livello sociale ed economico, che paradossalmente in Borsa non è stato negativo.”
Quali sono i titoli da tenere sotto controllo?
“Quelli dei colossi del web su tutti e non diciamo nulla di nuovo: negli ultimi anni sono cresciuti più degli altri, durante la pandemia ancora di più. Amazon ad esempio è diventato un titolo molto ambito. Da tenere poi sotto controllo Uber, BestBuy, Qcom. Fuori dal web, si potrebbero citare Colgate / Palmolive, American Airlines, Dollar Tree.”
E venendo alle azioni della azienda più trattate dai giornali in questo momento, la Pzifer?
“Ovviamente in crescita, quelle della Pfizer così come quelle degli altri produttori di vaccini. Anche se si è assistito a difficoltà forse non preventivabili, legate ad esempio alla carenza di vaccini ed alla complessità di distribuzione, oggi tutto il mercato azionario è in crescita spinto proprio da queste realtà.”
Tra le azioni in calo?
“C’è ad esempio il caso della Ferrari che da inizio anno ha visto il proprio titolo scendere del 17%; tra quelli quotati nel Ftse Mib risulta essere quello con le performance peggiori in questo inizio di 2021.”