Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Personalizzare prodotti con la stampa dati variabile

Un modo per personalizzare qualsiasi prodotto, dalle buste utilizzate per l’invio di documenti ai biglietti da visita passando per etichette e qualsiasi altro elemento di stampa; la tecnica in questione prende il nome di stampa dati variabile, chiamata in questo modo in quanto prevede la combinazione di elementi che sono comuni a tutte le copie di un documento ad altri che, invece, cambiano da copia a copia.
Una tecnica che prevede il ricorso alla stampa digitale e che può essere la soluzione ideale per una personalizzazione massima di prodotti di varia natura. la stampa dati variabili, trasposizione dall’inglese VPD, variable data printing, ha l’obiettivo di rendere unici e originali i prodotti per la stampa; che possono essere i tradizionali biglietti da visita ma anche altri elementi, ad esempio biglietti che debbano essere stampati in sequenza mantenendo comunque aspetti fissi, come nel caso di ticket per qualche evento, di badge o pass e perfino dei gratta & vinci.

Stampa elementi standard con numeri progressivi

È quanto accade per la stampa, ad esempio, di biglietti legati ad eventi, che mantengono una parte fissa comune a tutti ma che poi presentano alcuni aspetti personalizzati, che variano da biglietto a biglietto. E per chi si fosse posto il dubbio di come questo possa essere realizzato, la risposta è proprio nella stampa digitale in dato variabile.
In Italia non si parla ancora di un qualcosa di capillarmente diffuso e praticabile da tutte le aziende, tuttavia esistono realtà specializzate in questa tipologia di stampa, come nel caso di Arti Grafiche Villa, che possono garantire servizio di stampa dati variabile anche di grandi quantità. i dati che cambiano possono essere riferiti anche a nome, cognome, indirizzo, non soltanto a numeri progressivi.

D’altra parte il tutto avviene in tempi rapidi senza rallentamenti del processo di stampa, visto che si va ad utilizzare un format predefinito che resta tale su tutti i prodotti (e che quindi viene realizzato una volta sola) andando poi a cambiare soltanto l’elemento variabile.
Certamente un passo avanti rispetto al passato che consente di creare prodotti personalizzati facendo ricorso alla stampa digitale, che si avvale da qualche tempo di conquiste tecnologiche di non poco conto. Sulla scia di tali conquiste i dati variabili hanno iniziato ad assumere un ruolo determinante e possono creare oggi valore aggiunto per chi abbia esigenze specifiche riferite ad un servizio di personalizzazione dei propri prodotti da stampare.