Quantcast

Dermatite atopica, visite gratuite all’ospedale di Tinchi (Pisticci)

Nell'ambito della campagna nazionale "Dalla parte della tua pelle"

La Campagna nazionale di sensibilizzazione sulla dermatite atopica dell’adulto, “Dalla parte della tua pelle”, riparte per il secondo anno. Sabato 26 settembre gli adulti che soffrono di dermatite atopica potranno usufruire di consulti dermatologici su prenotazione all’Asm Matera Ospedale Distrettuale “A. Lo Dico” Tinchi di Pisticci.

Promossa dalla Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), “Dalla parte della tua pelle”, prevede consulti gratuiti su prenotazione in 30 centri ospedalieri-universitari in tutta Italia, in cui gli specialisti dermatologici saranno a disposizione per aiutare gli adulti che soffrono di questa patologia ad intraprendere il percorso di cura più adatto alle loro singole esigenze.

Sabato 26 settembre, nell’ambulatorio di Dermatologica dell’ospedale di Tinchi a Pisticci, chi soffre di dermatite atopica potrà prenotare una visita di controllo dermatologico gratuito telefonando al numero 02 89608825 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 15,00.

“Queste giornate sono funzionali per far crescere la cultura della malattia e la sua conoscenza facilita la prevenzione e la cura”, ha dichiarato il direttore dell’ambulatorio di Dermatologia dell’ospedale pisticcese, Giovanni Palazzo.

Al fine di tutelare la salute dei pazienti e del personale medico della struttura, tutte le visite saranno effettuate in totale sicurezza, in ottemperanza alle misure di prevenzione igienico-sanitarie legate all’emergenza Covid-19.

La Dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica caratterizzata da forte secchezza della cute, comparsa di rossore e vescicole su diverse aree del corpo. Il prurito è intenso e costante. La patologia ha un forte impatto sulla qualità di vita dei pazienti. In Italia si registra un’alta incidenza di dermatite atopica negli adulti: l’8,1% degli intervistati ammette di soffrirne, a fronte di una media del 4,9% di altri paesi.

Per ulteriori informazioni: www.dallapartedellatuapelle.it