Quantcast

Ex Don Uva Potenza, la figlia di una paziente: grazie per le cure amorevoli prestate a mia madre

La lettera aperta di ringraziamento agli operatori della struttura sanitaria

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di una donna di Potenza, che ringrazia gli operatori sanitari della struttura sanitaria Universo Salute (ex Don Uva) del capoluogo lucano.

“Sono la figlia di una paziente del Reparto G4 “Universo Salute Opera Don Uva” di Potenza, mi accingo a scrivere queste poche righe perché sento in me un sincero e profondo senso di gratitudine verso gli Operatori Sanitari che per due lunghi anni hanno prestato cura ed assistenza alla mia cara mamma.

Tutto inizia due anni fa, quando a seguito di un ictus, mia mamma viene ricoverata presso l’Universo Salute di Potenza. Qualcuno mi sconsigliava di portarla al “Don Uva”, ma io ho voluto seguire il mio istinto ed il tempo, galantuomo, mi ha dato ragione.

Oggi, che la mia mamma è venuta a mancare, corre in me l’obbligo morale di far sentire la mia voce verso chi ha pregiudizi verso questa struttura, ma soprattutto per esprimere tutta la mia gratitudine verso quella grande famiglia di Operatori Sanitari del G4 che per ben due anni ha assistito mia mamma con grande spirito di abnegazione, mostrando senso di umanità, disponibilità ed amore per il proprio lavoro.

Durante i primi giorni di degenza osservavo con ammirazione le operatrici che imboccavano la nonnina vicina di letto di mia mamma. Un’operatrice la coccolava con carezze tra un cucchiaio e l’altro, un’altra si accingeva a posizionarle una cuffietta nell’orecchio per farle ascoltare musica, stimolandole così l’appetito. Capii subito che in quel reparto c’erano delle persone speciali; con il tempo ho capito che tutto il reparto G4 è una famiglia speciale.

L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova il loro lavoro e ha messo ancor più in evidenza le loro qualità umane e professionali. Le mie telefonate al reparto G4 hanno avuto sempre un gentile riscontro, consentendo a me, ai miei fratelli e ai nipoti di poter salutare e mostrare vicinanza alla mia cara mamma ogni giorno.

Durante i periodi critici caratterizzati da una importante carenza dell’organico, il dottor Pantone si è prodigato in prima persona nel videochiamarmi per non interrompere la quotidiana vicinanza virtuale tra la mia mamma e i suoi cari, ma non solo… Avrei ancora tanto da dire, ma non voglio tediarvi oltre.

Il lavoro svolto da questi Operatori Sanitari non ha prezzo. Non è soltanto un lavoro, ma una missione. Per questo colgo l’occasione per sensibilizzare i vertici della struttura affinché il loro lavoro venga in qualche modo ulteriormente gratificato.

Il mio ringraziamento va, in primis, al dottor Pantone, e ancora a Karina, Giovanna, Carmine, Michele, Raffaella, Rosanna, Concetta, Mario, Giovanni, Nicola, Fausto, Lucia 1, Lucia 2, Rocco, Anellina, Celeste, le educatrici, le logopediste, i fisioterapisti, nella speranza di non aver dimenticato nessuno.

GRAZIE

Più informazioni su