Quantcast

Governo Draghi, il lucano Moles sottosegretario: fuori Liuzzi e Margiotta

Al senatore potentino di Forza Italia la delega all’Editoria

Il lucano Giuseppe Moles, Forza Italia, è sottosegretario con delega all’Editoria nel governo Draghi. Sono fuori dalla compagine governativa gli ex sottosegretari Mirella Liuzzi, M5S, e Salvatore Margiotta, Pd.

Le nomine – scrive la Repubblica – sono arrivate dopo una lite in cdm che ha costretto a una sospensione di tre quarti d’ora. Lorenzo Guerini avrebbe manifestato la “difficoltà tecnica” di procedere con un solo sottosegretario, “data l’impossibilità di gestire il lavoro parlamentare e un ministero così complesso” con un solo uomo. I 5S hanno contestato l’ipotesi di affidare all’azzurro Giorgio Mulè la delega all’editoria. Contestato anche il nome del leghista Gian Marco Centinaio. Alla fine Mulè viene dirottato proprio alla Difesa, il ministero di Guerini, e le nomine si sbloccano. All’Editoria va un altro forzista, Moles.

Il governo si appresta dunque a partire con la squadra al completo. L’economista Carlo Cottarelli, già premier incaricato nel 2018, è stato chiamato dal ministro Renato Brunetta a collaborare ai lavori sulla semplificazione burocratica e la riforma della pubblica amministrazione.

Ecco i nominati

Presidenza del consiglio: Deborah Bergamini, Simona Malpezzi (rapporti con il parlamento); Dalila nesci (sud e coesione territoriale); Assuntela Messina (innovazione tecnologica e transizione digitale)
Vincenzo Amendola (affari europei); Giuseppe Moles (informazione ed editoria);Bruno Tabacci (coordinamento della politica economica); Franco Gabrielli (sicurezza della repubblica).

Esteri e cooperazione internazionale: Marina Sereni – viceministro; Manlio Di Stefano; Benedetto della Vedova.

Interno: Nicola Molteni; Ivan Scalfarotto; Carlo Sibilia

Giustizia: Anna Macina, Francesco Paolo Sisto

Difesa: Giorgio Mulè, Stefania Pucciarelli

Economia: Laura Castelli – viceministro, Claudio Durigon, Maria cecilia Guerra, Alessandra Sartore

Sviluppo economico: Gilberto Pichetto Fratin – viceministro, Alessandra Todde – viceministro, Anna Ascani

Politiche agricole alimentari e forestali: Francesco Battistoni, Gian Marco Centinaio

Transizione ecologica: Ilaria Fontana, Vannia Gava

Infrastrutture e trasporti: Teresa Bellanova – viceministro, Alessandro Morelli – viceministro, Giancarlo Cancelleri

Lavoro e politiche sociali: Rossella Accoto, Tiziana Nisini

Istruzione: Barbara Floridia, Rossano Sasso

Beni e attività culturali: Lucia Borgonzoni

Salute: Pierpaolo Sileri, Andrea Costa