Quantcast

Covid, vaccinazioni in Basilicata: arrivano i “rinforzi” dalla task force del generale Figliuolo

"Un medico e due infermieri inviati dal Commissario straordinario saranno in Basilicata per le vaccinazioni nei paesi e nei luoghi più isolati”.

“Ieri il presidente Draghi ha dedicato una lunga riflessione alla Scuola. In Basilicata siamo a buon punto. Alcune considerazioni. Complimenti all’Ufficio scolastico regionale per la Basilicata che ha redatto un programma preciso e compiuto. Voglio ringraziare i media locali che hanno sollevato il tema della vaccinazione dei 177 tirocinanti. In 24 ore abbiamo risolto il problema. Questo significa fare squadra. Un plauso anche al Rettore di Unibas per l’organizzazione e la trasparenza.

Un altro piccolo passo verso la normalità. Ma c’è ancora tantissimo da fare. Nelle prossime ore un medico e due infermieri della task force di Figliuolo saranno in Basilicata per le vaccinazioni nei paesi e nei luoghi più isolati. Grazie a questa unità potremo fare 72 inoculazioni in più ogni giorno ai più fragili”.

Lo dichiara il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in un post su facebook.

Raggiunto a telefono dalla nostra redazione, l’assessore alla Salute, Rocco Leone, ha dichiarato che è urgente mettere in sicurezza i soggetti fragili, circa 40mila,  tra i quali trapiantati e dializzati per u quali sono già state avviate le vaccinazioni,. Entro il 3 aprile – aggiunge Leone – dovremmo completare tutti gli ultraottentenni.