Quantcast

Tifoso ucciso, sindaci del Vulture Melfese chiedono di annullare le partite in Basilicata nel prossimo fine settimana

"Per sensibilizzare l’intera comunità regionale ingiustamente segnata da fatti che non le sono propri"

In attesa che si svolgano gli interrogatori di garanzia dei 26 tifosi arrestati a seguito della morte di Fabio Tucciariello, domenica scorsa a Vaglio di Basilicata, i sindaci dell’area chiedono che nel prossimo fine settimana tutte le partite in programma sui campi lucani vengano sospese.

I primi cittadini di Rionero in Vulture, Melfi, Rapolla, Barile, Atella, Rapone, Lavello, Venosa, Ginestra, Maschito, Montemilone, Forenza, Banzi, Palazzo S. Gervasio, San Fele e Ripacandida, denunciano la gravità dei fatti accaduti domenica scorsa. I sindaci sottolineano come tali fatti abbiano profondamente scosso l’intera comunità del vulture-melfese, frutto di follia criminale che nulla ha a che vedere con lo sport e i suoi valori.

Nell’esprimere “vicinanza e solidarietà alle famiglie incolpevoli coinvolte per l’incommensurabile dolore sopraggiunto”, gli amministratori chiedono a tutti i cittadini del territorio vulture-melfese di “collaborare concretamente, ognuno per il proprio ruolo, per far crescere la coesione di una comunità genuina, elevando gli anticorpi valoriali utili a neutralizzare isolati virus capaci di generare episodi di tragica follia”.

Chiedono, infine, al Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti Basilicata di annullare tutte le partite in programma nella regione Basilicata nel prossimo fine settimana, “con l’obiettivo di sensibilizzare l’intera comunità regionale ingiustamente segnata da fatti che non le sono propri”.