Quantcast

Palazzetto Coni di Potenza, dopo lo sgombero di “Anzacresa” degrado e abbandono foto

La palestra è rimpiombata in uno stato di abbandono e progressivo deperimento

Più informazioni su

Il 6 settembre 2016 nasceva “Anzacresa” all’interno dell’ex palazzetto Coni di Potenza, in stato di abbandono da diversi anni. Esattamente un anno fa il  Csoa è stato sgomberato, bruscamente interrotte le tante attività  culturali, politiche, musicali. Un luogo d’aggregazione libero frequentato da tante persone, molte delle quali hanno messo a  disposizione tempo e capacità per rendere lo spazio ancora più  accessibile e ricco di proposte.

Lo sgombero ha fatto ripiombare la palestra in uno stato di abbandono e progressivo deperimento,

nessun progetto di riqualificazione o di  rinascita del locale è stato messo in atto, a dimostrazione del fatto che il movente fosse totalmente politico e volto all’applicazione di un legalitarismo fine a se stesso.

A questo si aggiunge la denuncia di quattro  persone oggi sotto processo per “invasione di suolo pubblico” e  “deturpamento”.

Nel contesto potentino, spesso grigio e con poche prospettive, abbiamo  provato ad accendere una miccia. Come ci aspettavamo, a distanza di un  anno il palazzetto resta tristemente vuoto e dimenticato, la nostra  spinta a ridargli vita è stata stroncata dall’ottusità di  un’amministrazione che nient’altro rappresenta se non la volontà
repressiva di un sistema chiuso a mantenere lo status quo. Non restiamo a guardare, riprendiamoci le strade, i quartieri, le città.

Csoa Anzacresa

Più informazioni su