Quantcast

Rossella è morta: non ce l’ha fatta la giovane operaia investita da un bus nella zona industriale di Melfi

Bardi: Adesso è il momento del silenzio, dinanzi a tale tragedia. Ma poi dovremo far seguire i fatti

È morta circa un’ora fa nell’ospedale San Carlo di Potenza, Rossella Mastromartino, operaia di 36 anni, investita stamani da un autobus dopo aver finito il turno della notte in un’azienda della zona industriale di Melfi.

La donna era stata trasferita con un’eliambulanza del 118 “Basilicata soccorso” nell’ospedale potentino, dove è deceduta a causa della gravità delle ferite riportate nell’incidente.

“Il mio pensiero e le mie preghiere per la famiglia di Rossella, la giovane operaia che ha perso la vita oggi, dopo essere stata investita da un bus nella zona industriale di Melfi. Adesso è il momento del silenzio, dinanzi a tale tragedia. Ma poi dovremo far seguire i fatti.” Lo scrive il presidente della Basilicata, Vito Bardi, sul suo profilo Twitter.

Il presidente Bardi chiederà già nelle prossime ore una riunione in Prefettura per l’illuminazione nel luogo dove c’è stato l’incidente.

Fiom Cgil: “Più volte sono stati chiesti interventi per il ripristino delle condizioni di sicurezza degli attraversamenti pedonali e delle strade di accesso agli stabilimenti, dal manto stradale all’illuminazione, del tutto inadeguata. Ci sono delle responsabilità politiche ben precise che riguardano tutte le classi dirigenti lucane che in questi anni si sono susseguite e che nulla hanno fatto per salvaguardare la vita di lavoratori e lavoratrici. Non si può morire in questo modo. Non si può uscire di casa per fare il proprio dovere a 36 anni e non farci più ritorno. La politica intervenga in modo definitivo e adeguato. Diciamo basta a questa strage infinita.”